Loading color scheme

Hanno un rapporto qualità prezzo imbattibile, offono schede tecniche complete e la possibilità di aggiornare il software

Quali sono i migliori smartphone sotto i 100 euro che si possono trovare nei negozi fisici o, meglio ancora, sui rivenditori online? Nemmeno a dirlo, c’è una flotta di modelli che arrivano dalla Cina, qualcosa di meno consistente dagli altri paesi. Ne abbiamo selezionati otto. Partiamo da un presupposto fondamentale: cento euro o meno è davvero un budget molto risicato per poter sperare in qualcosa di più che un cosiddetto entrylevel, ossia uno smartphone con tutte caratteristiche basilari. Sui rivenditori online, Amazon in testa, sono presenti offerte sotto questa soglia riferite a modelli un tempo anche di medio o alto range (Lumia 820) oltre che esemplari ricondizionati (iPhone 4s oppure Samsung Galaxy S4) ma stiamo parlando di cellulari davvero datati e, per questo motivo, da non privilegiare.

Abbiamo dunque scelto modelli il più recenti possibile, che possano sperare in aggiornamenti software e con componenti che, seppur di ultima fascia, possano svolgere al meglio il loro dovere.

NOKIA 2 (99 euro)

Seppur si possano trovare saltuariamente offerte di Nokia 3 (la nostra recensione) anche a 99 euro, con Nokia 2 si può godere su un’esperienza più ottimizzata e fluida. Questo entrylevel dual sim mette sul piatto un ingombro ridotto, un design semplice e gradevole (con certificato IP52 per sopravvivere agli spruzzi) e un hardware basilare, ma completo. In mano il peso si sente (162 grammi), ma è il prezzo da pagare per una batteria duratura (due giorni di stress) da ben 4100 mAh.

Leggi anche

La scheda tecnica annovera uno schermo 5 pollici hd, Android 7.1.1 (con promessa di aggiornamento a 8 Oreo), SoC Snapdragon 212 quad-core con 1 GB ram e 8 GB interni espandibili via microsd; la schedina può anche fungere da memoria principale. La fotocamera sul retro è da 8 megapixel con flash led e va bene per foto da condividere su WhatsApp ma niente più. La fotocamera sul fronte è da 5 megapixel e ha anche l’autofocus.

XIAOMI REDMI 5A (99 euro)

Tra gli smartphone sotto i 100 euro è tra i più potenti questo Xiaomi Redmi 5A che opta per componenti hardware davvero niente male per questa fascia di costo. Trova spazio un SoC Snapdragon 425 quad-core a 1.4 Ghz con 2 giga di ram e 16 GB interni espandibili via microsd, uno schermo hd da 5 pollici, connessione veloce 4g e una buona fotocamera da 13 megapixel sul retro (che può girare video full hd, non così scontato per la categoria), ma sensore frontale da 5 megapixel molto scarso. La batteria da 3000 mAh arriva a un giorno di stress e si ricarica completamente in circa 3 ore. Naturalmente, è anche dual sim.

MEIZU M5C (100 euro)

Meizu M5C si pone in rivalità diretta con Redmi 5A, offrendo un hardware paragonabile. Anche qui c’è uno schermo hd da 5 pollici, una ram da 2 GB e una memoria interna da 16 gb espandibile via microsd oltre che una batteria da 3000 mAh. L’autonomia è però leggermente più ridotta e il processore è un Mediatek MT6737; la fotocamera posteriore è da 8 megapixel con una buona resa e anche il sensore frontale da 5 megapixel si comporta meglio. L’interfaccia è quella proprietaria Flyme 6 e il Play Store si installa al volo senza troppa fatica. Un’altra buona scelta per i migliori modelli per rapporto qualità/prezzo.

MOTOROLA MOTO E4 PLUS (99 euro)


Uno smartphone economico ma di peso (198 grammi) questo Motorola Moto E4 Plus, che offre la particolarità di una scocca posteriore metallica removibile. Anche qui troviamo il non così prestante SoC Mediatek 6737, però accompagnato da 3 GB di ram e 16 di memoria interna espandibile senza togliere spazio alla seconda sim. La fotocamera principale è da 13 megapixel con flash led e discretamente sensibile alla luce (apertura f/2.0), ma gira video solo hd. Il sensore frontale è un 5 megapixel nella norma. A differenza dei modelli precedentemente raccontati, è un phablet da 5,5 pollici a risoluzione hd con buoni angoli visivi in quanto ips. Questo smartphone sotto i 100 euro è ideale per chi ama l’esperienza Android pura dato che monta Android 7.1.1 Nougat in versione stock e c’è anche il sensore per le impronte digitali, quasi una rarità a questa fascia di costo. Davvero ottima la batteria da 5000 mAh, che non teme due giorni lontano dalla presa di corrente.

OUKITEL C8 4G (75 euro)

Strizza l’occhio all’Infinity Display di Samsung lo schermo in 18:9 con bordi arrotondati dell’entrylevel Oukitel C8 4G, che però si ferma a una risoluzione di appena 640×1280 pixel. Il suo hardware è davvero molto essenziale, nella più coerente delle tradizioni dei modelli cloni. Il processore è un Mediatek 6737 con 2 GB di ram e 16 interni espandibili via microsd. Le fotocamere entry sono da 13 megapixel (con flash) e 5 megapixel per scatti buoni da condividere via instant messaging, la connessione è 4G come da nome e la batteria è da 3000 mAh per arrivare a fine giornata. Buona la presenza del sensore di impronte. A questo costo è difficile chiedere di più.

BLACKVIEW S6 (85 euro)

Fondamenta hardware classiche per un entrylevel quelle del recente Blackview S6 che monta processore Mediatek 6737 con 2 giga di ram e 16 GB interni espandibili. Lo schermo è generoso, da 5,7 pollici in formato panoramico 18:9, c’è un apprezzabile sensore per le impronte digitali sul retro così come una capace batteria da 4180 mAh per spingersi ben oltre una giornata e mezza di stress. Le fotocamere sono entry, da 8 e 5 megapixel, mentre il sistema operativo è Android 7 Nougat. Interessante la scelta cromatica con sfumature nera, oro o argento. Non manca la connessione veloce 4G. Una buona scelta.

WIKO LENNY 4 PLUS (89 euro)

Restiamo nella gamma phablet con questo modello molto colorato (nero, oro, oro rosa, verde e azzurro) e adatto a un pubblico giovane, magari che per la prima volta si avvicina al mondo degli smartphone. Lo schermo è da 5,5 pollici hd, entrambe le fotocamere da 8 e 5 megapixel sono dotate di flash e scattano buone foto, contando anche su funzioni come il time lapse o i video full hd, ha una memoria da 16 GB interna espandibile e Android alla versione 7 Nougat. A differenza dei colleghi, non è 4G e la batteria è di appena 2500 mAh.

ZTE BLADE V8 LITE (99 euro)

Si riesce a trovare anche a poco meno di 100 euro il buon ZTE Blade V8 nella versione Lite che è stato presentato l’anno scorso e che può garantire un display da 5 pollici full hd, un processore Mediatek 6750 con 2 giga di ram e 16 GB di memoria interna espandibile con microsd. Troviamo la connessione 4G veloce e una fotocamera da 8 megapixel sul retro e da 5 megapixel sul fronte. La batteria non è il suo punto forte, 2500 mAh, per arrivare all’ora di cena con un po’ di patemi.


Fonte: WIRED.it
 
 
 Possiamo aiutarti?